Preventivo SEM

Richiedi un Preventivo SEM

 

Per ricevere un preventivo SEM compila il modulo di richiesta.

Preventivo SEM? Come effettuare una richiesta per il proprio sito web

Tra le attività che costituiscono una efficace campagna di web marketing c’è anche il Sem (acronimo che sta per Search Engine Marketing): si tratta dell’insieme di attività che vengono messe a punto al fine di produrre traffico qualificato in direzione di un sito, e che quindi hanno a che fare con i motori di ricerca.

Scopo del Search Engine Marketing è quello di portare il maggior numero di visitatori a un sito attraverso i motori di ricerca; non visitatori qualunque, però, ma visitatori che abbiano un reale interesse nel conoscere ed entrare in contatto con i contenuti del sito. Trattandosi di una strategia molto elaborata, è evidente la necessità di richiedere un preventivo Sem a un’agenzia web seria e affidabile, anche perché sotto molti punti di vista il search marketing può essere paragonato alla gestione delle relazioni con i clienti, ed è – quindi – materia delicata.

Tra i vari scopi del Sem c’è l’online branding, che corrisponde a un aumento e a un miglioramento della popolarità di un brand, cioè di un marchio, tramite il presidio costante e la massima attenzione ai risultati dei motori di ricerca. Altrettanto importante è il benchmarking online, che rappresenta lo studio del contesto competitivo sui diversi motori di ricerca, non solo dal punto di vista della qualità dei contenuti che vengono proposti e del tipo di messaggi diffusi, ma anche dal punto di vista della saturazione del canale.

Conoscere il giusto costo sem prima di ogni strategia di posizionamento è fondamentale

Non può essere sottovalutata, poi, la lead generation, che consiste nella creazione di liste di contatti particolarmente qualificati, laddove il concetto di qualificato equivale a una forte motivazione all’acquisto. Ecco, quindi, che il costo Sem può rivelarsi sì un investimento piuttosto ingente, soprattutto all’inizio, ma è destinato comunque a essere ampiamente ripagato nel giro di breve tempo; il Search Engine Marketing, d’altra parte, dà risultati anche e soprattutto sul medio e sul lungo periodo, e quindi merita di essere approfondito e affrontato con professionalità.

Per esempio, tramite il brand monitoring, la procedura con la quale viene monitorato il sentiment nei risultati delle ricerche offerti da Google; oppure, attraverso il database building, che prevede di realizzare e di sviluppare un database che sfrutta il motore di ricerca in qualità di porta di ingresso per dare il via a nuove attività di marketing e ad altre iniziative promozionali. I prezzi Sem includono, inoltre, le spese per l’online customer support, vale a dire l’assistenza ai clienti sul web, che può dispiegarsi in molti modi diversi: per esempio, tramite la presentazione dei manuali di istruzioni degli articoli venduti da un sito sui motori di ricerca.

Gli obiettivi che il Sem si propone di raggiungere sono quelli più globali del web marketing: ecco, quindi, che il Search Engine Marketing può declinarsi sotto forma di Search Engine Intelligence (cioè il controllo degli interessi degli internauti per specifici studi di mercato) o sotto forma di campagne di link baiting e di link building, oltre che tramite il posizionamento sui motori di ricerca e il sintext, cioè l’insieme di strategie di scrittura sintetica che vengono impiegate, per esempio, nel keyword advertising, e che si contraddistinguono per il contenuto evocativo molto pregno.

Chiedere molti preventivi sem, non è una buona abitudine. Meglio pochi ma buoni

Insomma, vale la pena di sostenere i costi Sem perché si tratta di uno strumento di promozione decisamente utile e più che valido. Grazie ad esso le aziende hanno l’opportunità di rivolgersi in maniera diretta e indiretta agli utenti impegnati in una ricerca o nello shopping sul web, andando a “colpirli” nel momento esatto in cui essi stanno cercando le informazioni di cui hanno bisogno per completare l’acquisto di un prodotto o di un servizio. I motori di ricerca, infatti, ormai hanno un ruolo fondamentale nei processi di acquisto di moltissime persone, intervenendo sui loro meccanismi di pensiero e condizionando le loro decisioni.

Il Search Engine Marketing parte proprio da questa considerazione per mostrare tutta la propria efficacia: e se un tempo i volantini pubblicitari, le inserzioni sui quotidiani, gli spot in tv e le riviste specializzate erano in grado di influire in misura molto significativa sui comportamenti “commerciali” dei consumatori, oggi non si può fare a meno di prendere in considerazione i risultati dei motori di ricerca: chi sa sfruttarli a proprio vantaggio è in grado di assicurarsi una marcia in più rispetto alla concorrenza.

Tra le diverse procedure che compongono il Sem, una delle più importanti è da individuarsi nelle campagne di pay per click, strumenti pubblicitari che hanno rivoluzionato il concetto di promozione sul web. Grazie al pay per click, che può essere geolocalizzato, si ha la possibilità di pagare solo per un risultato certo (cioè per una visita): si tratta, insomma, di una procedura completamente flessibile e trasparente, in quanto tracciabile e misurabile.

Per il posizionamento organico su Google i costi sem possono essere anche elevati

L’analisi sul ROI, cioè il ritorno dell’investimento, è solo uno degli esempi che mettono in evidenza la chiarezza e l’utilità di questo ramo del Sem, il quale assicura un traffico diretto alle pagine di un sito e permette, con le campagne di keyword advertising, di giungere anche a portali e siti che hanno contenuti mirati e specifici per il target di riferimento.

Una campagna di Sem adeguata permette di fare conoscere il brand e di aumentare il numero di visitatori unici: l’incremento della visibilità sui motori di ricerca per un sito equivale sia a un maggior numero di visitatori “casuali” sia – ed è quello che conta – a un maggior numero di visitatori mirati, qualificati, cioè realmente interessati ai contenuti trattati e di conseguenza maggiormente inclini all’azione che si intende far svolgere loro (non è detto che si tratti per forza dell’acquisto di un servizio o di un prodotto: potrebbe essere, più semplicemente, l’iscrizione a una newsletter).

L’equazione tra aumento del numero di contatti e aumento del numero di vendite, quindi, con il Search Engine Marketing è praticamente sempre vera, anche perché la ricerca di potenziali clienti non si esaurisce e non si arresta mai, continuando senza limiti. E la qualità dei visitatori che si acquisiscono fa sì che anche il passaparola tra gli internauti sia un’ottima benzina per alimentare il motore della visibilità e del successo.

Ogni preventivo sem può variare in base al target del sito ed al settore/competizione

Chiedere i preventivi Sem ad agenzie web che dispongono di competenza ed esperienza, pertanto, è il primo passo per sfruttare i motori di ricerca e concretizzare il marketing avendo a che fare con risultati sicuri. È bene mettere in evidenza, per altro, che quando si parla di Search Engine Marketing, e più in generale di web marketing, non si fa riferimento unicamente all’universo della pubblicità e della promozione, tra banner e ads finalizzati alla visibilità: il contesto, infatti, è molto più ampio.

Nel momento in cui ci si dedica al Sem non ci si limita a usare i motori di ricerca per fare pubblicità, ma si compie una analisi approfondita, basata sullo studio del target di destinazione (cioè il segmento di internauti a cui ci si rivolge) e che presuppone – per esempio – l’individuazione di alcune specifiche parole chiave che i navigatori utilizzano per trovare i prodotti a cui sono interessati. Si tratta, insomma, di identificare l’insieme di sistemi di promozione e di strategie che consenta di trovare clienti nuovi al minor prezzo possibile.

E se il ricorso a Google AdWords può apparire in molti casi un’eventualità di cui non si può fare a meno, le attività da tenere in considerazione sono molteplici: la Search Engine Optimization, per esempio, ma anche la comunicazione sulle Serp, l’acquisizione di contatti commerciali, lo studio del mercato, l’acquisizione di richieste di consulenze e di preventivi, l’analisi delle conversioni e il rafforzamento del marchio sul mercato.

I prezzi sem sono variabili ed è opportuno pianificare prima una strategia di posizionamento

Ci vuole, come si può facilmente intuire, una pianificazione strategica completa ed equilibrata, che contempli uno studio approfondito ma anche il desiderio di sperimentare in continuazione. Da un lato, dunque, c’è il continuo monitoraggio dei dati che vengono raccolti; dall’altro lato, invece, c’è il lancio vero e proprio dell’azione. Per arrivare a risultati significativi e degni di nota è indispensabile una attività di controllo continua del proprio lavoro: insomma, un modo sicuro per dedicarsi al Sem in maniera infruttuosa è quello di non pensare a una organizzazione adeguata alla situazione.

Resta da chiedersi, poi, quali siano i motivi per cui, in linea di massima, a una tradizionale attività di Direct Response Marketing debba essere preferito il Sem. I motivi, in realtà, sono diversi, ovviamente più o meno importanti e influenti a seconda dei casi specifici, ma possono comunque essere ricondotti a tre variabili che condizionano qualunque azione di marketing: il tempo, il target (o i target) e il budget.

Partiamo proprio da quest’ultimo aspetto, il budget: una delle caratteristiche più interessanti del Search Engine Marketing è rappresentata dal fatto che esso dà l’opportunità di tenere ampiamente sotto controllo il budget, monitorando costantemente la spesa per la pubblicità: in questo modo, il Roi può essere ottimizzato e massimizzato nel tempo, e quindi il costo di contatto per vendita ottenuta diventa sempre più basso (e conveniente). Ecco perché il prezzo Sem è un elemento su cui non si può risparmiare: perché una strategia di qualità dà sicuramente dei risultati certi e misurabili, e per una strategia di qualità c’è la necessità di un investimento iniziale significativo, che permetta di studiare e analizzare tutto lo scenario in cui ci si trova ad agire.

Un sito “vivo” è sinonimo di qualità. La frequenza d’aggiornamento di un sito internet

E in questo studio c’è da prendere in considerazione anche il monitoraggio del target: il Sem, infatti, permette di studiare i clienti potenziali nel corso di tutte le campagne. Nel caso in cui l’obiettivo che si vuole raggiungere sia quello di aumentare il numero di vendite di un determinato prodotto o di più prodotti, si ha l’opportunità di mirare e di “colpire” unicamente gli utenti che sono interessati a quei prodotti: insomma, niente traffico inutile, che gonfia i numeri ma che concretamente serve a ben poco.

La terza variabile di cui si parlava, oltre al budget e al target, è il tempo. Il Sem, infatti, permette di risparmiare tempo: al di là delle fasi strategiche e di pianificazione iniziale, che richiedono una programmazione attenta e ben curata, le strategie Sem si basano su canali promozionali che richiedono poco tempo. Ciò vuol dire che viene velocizzato il lancio dei prodotti, ma viene velocizzato anche il successivo studio del mercato.

Il punto di forza più interessante e più rilevante di una strategia ben pianificata di Search Engine Marketing, quindi, consiste nella facoltà di tenere sotto controllo in qualsiasi momento le variabili tempo, budget e target. Variabili che, naturalmente, sono tutte collegate tra di loro: nel momento in cui si sa a che tipo di audience bisogna rivolgersi, si risparmia tempo e quindi si consumano meno risorse economiche. L’immediatezza dei risultati, con il Sem, non è un’utopia, ma non è nemmeno un obiettivo che deve essere raggiunto a ogni costo: ogni strategia ha dei tempi fisiologici specifici, e quello che conta è che lo scopo sia conseguito complessivamente.

In conclusione il prezzo sem è variabile in base alla concorrenza su Google

Resta indispensabile, in sintesi, poter contare su un’agenzia web o su uno staff di professionisti qualificati, che dispongano di tutte le conoscenze tecniche necessarie per intervenire sulla comunicazione e sui contenuti: dai copywriter agli analisti Seo, quello che deve essere svolto è un lavoro di squadra che non può prescindere da una caratteristica fondamentale, la continuità.

Le figure professionali coinvolte nell’attività sono diverse (fermo restando che spesso le definizioni variano, anche perché si tratta di mansioni che sono nate da molto poco tempo e che, per altro, non sono riconosciute da alcun albo professionale): dai consulenti Sem agli analisti Sem, passando per gli specialisti Sem e gli esperti Sem, si tratta di professionisti le cui competenze spesso si sovrappongono in maniera parziale o totale, ma che hanno in qualsiasi caso l’obiettivo di migliorare la visibilità dei siti per cui lavorano.

Con il Search Engine Marketing, infatti, si può mettere a frutto e rendere redditizio (non solo dal punto di vista economico) il potenziale intrinseco (per il momento ancora largamente inesplorato) dei motori di ricerca: un potenziale che, come si può facilmente intuire, è molto maggiore rispetto a quello dei media tradizionali e dei classici strumenti di advertising. Ecco perché è importante la caratteristica fondamentale di cui si parlava prima: la continuità, da intendersi come un impegno costante.